Skip to main content

Se sei qui, probabilmente ti sei chiestə se il lavoro che svolgi sia adatto a te o se sia il momento giusto per guardarsi intorno e cercare nuove opportunità. Probabilmente stai vivendo un periodo di forte stress o di insoddisfazione e hai individuato come causa principale proprio il tuo lavoro. 

Sei ad un bivio: da un lato la voglia di allontanarti da una situazione che ti sta stretta e fare esperienza in altri contesti, dall’altro la paura di rischiare troppo e sbagliare.

Ma non è mai troppo tardi per prendere coraggio, cambiare lavoro (e vita!) e allontanarsi da una situazione che genera stress e disagio. 

Da dove iniziare? Leggi i nostri consigli!

È davvero ora di cambiare lavoro?

Siamo abituati a essere stressati sul lavoro. In effetti, siamo arrivati ad aspettarcelo come parte della nostra esperienza quotidiana. Tendiamo a identificarci con il nostro lavoro e questo innesca un rapporto malsano: se io sono il mio lavoro, vivrò un fallimento o una sconfitta lavorativi come un fallimento o una sconfitta personali. Se il mio lavoro non è all’altezza, io non sono all’altezza. 

Questo ci porta inevitabilmente a vivere la nostra sfera lavorativa con un estremo senso di pressione. Per questo, non sempre è facile distinguere tra una situazione di forte stress temporanea, dovuta alla mole di lavoro relativa a un dato periodo, e una condizione più profonda e generalizzata. 

È facile essere stressati quando si ha la sensazione che il lavoro che si sta svolgendo non sia quello giusto. Lo stress può essere un segnale che qualcosa non va e, se non viene risolto, può portare al burnout o ad altri gravi problemi di salute.

Ma come si fa a sapere se questa è la mossa giusta per la propria carriera? Ecco alcuni campanelli d’allarme per capire se è davvero ora di cambiare lavoro.

Se:

  • Ti addormenti con l’ansia al pensiero di dover lavorare il giorno dopo; 
  • Controlli preoccupato chi sarà di turno o in ufficio insieme a te;
  • Senti di non avere nient’altro da imparare e non vedi possibilità di crescita davanti a te;
  • Controlli continuamente l’orologio e conti le ore che ti separano dal termine della giornata lavorativa;
  • Provi una sensazione di forte disagio quando ti trovi all’interno del luogo di lavoro;
  • Non sei soddisfatto né stimolato e non riesci a concentrarti;
  • Accusi spesso problemi fisici, come mal di testa, dermatite, mal di stomaco, quando sei al lavoro;

È ora di cambiare lavoro!

Un nuovo lavoro può cambiarti la vita

Un nuovo lavoro è un’opportunità per reinventarsi. Certo, può essere un modo per guadagnare di più e acquisire esperienza nel proprio settore, o un’occasione per cercare di fare qualcosa di diverso, che abbiamo sempre voluto fare. Ma può anche influire notevolmente sul nostro umore e migliorare il nostro benessere mentale e fisico. 

Può sembrare l’inizio della madre di tutti i cliché, ma non c’è momento migliore del presente quando si tratta di cambiare la propria vita. Trasforma questo passaggio di carriera in un’opportunità di crescita e di miglioramento personale e non ti guarderai più indietro!

Non è mai troppo tardi

L’ansia e la paura sono un freno che ci fa esitare o desistere dal cambiare lavoro. Abbiamo paura di uscire dalla nostra zona di comfort, di allontanarci da ciò che già conosciamo per esplorare qualcosa che ci è sconosciuto, e che temiamo possa rivelarsi la scelta sbagliata. 

Un’altra paura che agisce come freno è la sensazione che, superata una certa età o fatta esperienza in uno specifico settore, sia troppo tardi per cambiare lavoro e avventurarsi in un altro percorso. 

Qualunque sia la motivazione che ci blocca, cambiare lavoro non è facile e richiede coraggio. Ma non è mai troppo tardi per trovare qualcosa che ci piace fare e che ci paghi per farlo!

Spesso, in realtà, le nostre paure e le nostre ansie sono infondate e derivano da una conoscenza solo superficiale del mercato del lavoro e da una sottostima delle proprie capacità. 

E, allora, da dove iniziare? Ecco 5 consigli:

  1. Cerca di capire qual è il vero problema: stai soffrendo perché non ti piace il tuo ruolo o perché non ti trovi a tuo agio coi colleghi? O forse è la retribuzione che non ti permette di vivere serenamente?
  2. Datti un obiettivo che tenga conto della tua vita a 360 gradi, cercando di capire che ruolo sei disposto a dare al lavoro.
  3. Ascolta te stesso: cosa ti piace fare? Sei introverso o estroverso? Lavori meglio in un contesto flessibile o in uno strutturato? Cerca di rispondere a queste domande per capire qual è il lavoro che fa per te.   
  4. Esplora il mercato: cerca di capire quali sono le aziende che ti interessano e quelle che stanno cercando, leggi i requisiti richiesti e informati su quello che offrono. 
  5. Datti tempo: cercare lavoro è un lavoro e, spesso, richiede pazienza, tempo, impegno e costanza. Non perderti d’animo: capita a tutti di ricevere dei no!

La decisione di cambiare lavoro non è mai una scelta d’impulso, ma parte dalla conoscenza di te stessə e dalla consapevolezza di dove vuoi arrivare. Se sei arrivatə a questa conclusione, significa che hai capito che la tua felicità è altrove

Per questo, nonostante le mille difficoltà che potrai incontrare, non ti pentirai mai di aver scelto te stessə! 

Leave a Reply

Close Menu

Vieni a trovarci

Sede legale:
Via Giorgio e Guido Paglia 17

24122 Bergamo (BG) Italia

Sede locale:
Viale Vittorio Emanuele II, 23
24121 Bergamo (BG) Italia

T: +39 345 5891710
E: hello@yusgeneration.com

 

Puoi consultare la privacy policy di questo sito all’indirizzo: privacy policy

Translate »